Cerca il mio libro quà - Clicca nell'immagine sotto - poi Scrivi nel sito: Paolo Buonarroti

sabato 29 novembre 2008

Testimonianze di impiego di rimedi naturali

Vorrei qui riportare le esperienze di chiunque abbia il desiderio di raccontare la propria esperienza con la medicina naturale, in modo da far conoscere anche a chi non abbia mai provato questa strada cosa significhi un approccio olistico ovvero globale delle malattie, ed un concetto più ampio di salute.

Questo approccio è volto a risolvere i reali conflitti psicosomatici e le reali cause che hanno provocato i malesseri e le patologie riscontrate generalmente solo dai sintomi avvertiti. Inizio io raccontandovi comeuna semplice allergia primaverile, dopo alcuni anni in cui assumevo i classici farmaci antistaminici, era tornata ad essere insopportabile, così come quando si presentò, vista la assuefazione indotta dall'uso di farmaci antisaminici, resistente anche ad un aumento di dosaggio e a ripetuti cambi del farmaco stesso. Sappiamo ormai tutti quanto i farmaci siano un peso gravoso da smaltire per l'organismo, ebbene anche io durante quegli anni in cui mi affidavo alle cure allopatiche ero sempre in uno stato di sonnolenza, e ripeto negli ultimi periodi in cui assumevo tali farmaci i sintomi erano ricomparsi come quando l'allergia iniziò a manifestarsi.

Come "reportage" di questa mia esperienza posso dire che nell'anno in cui l'allergia si manifestò subii una vaccinazione da epatite, dovendo essere a contatto con i malati durante il servizio presso una pubblica assistenza, è noto ormai da anni la dannosità inflitta alla nostra salute dai vaccini, contenenti fra l'altro mercurio, metallo pesante realmente nocivo. Certamente altri fattori potrebbero aver scatenato questa mia allergia, l'inquinamento atmosferico in aumento senz'altro, comunque sia i vaccini sono frequentemente usati e abusati, e probabilmente hanno contribuito a danneggiare la mia salute

Grazie al consiglio di un amico, che mi raccontò di aver risolto i suoi problemi allergici primaverili al polline, con una tintura madre di ribes nigrum prescritta da un naturopata, adottando lo stesso rimedio, seguendo dosaggi e modi di assunzione indicatimi dallo stesso naturopata, devo dire che i risultati sono stati davvero soddisfacenti, i sintomi non si sono praticamente più ripresentati e molti miei nuovi amici che non erano a conoscenza della mia allergia si meravigliano quandone parlavo loro. L'unica accortezza che si deve adottare è di iniziare ad assumere questo rimedio almeno un mese prima che inizi il periodo in cui i pollini cominciano a disperdersi nell'aria, ma seguendo le previsioni dei pollini e valutando temperatura ed umidità che influiscono sulla reazione allergica del nostro sistema immunitario, si può facilmente agire in anticipo

La reazione allergica è tanto più forte quanto più caldo e secco è il clima, è importante ricordare anche come generalmente la prescrizione del rimedio assegnata dal medico (naturopata, farmacista o erborista) preveda 2 o 3 dosaggi giornalieri, quindi occorre portarsi dietro la boccetta di tintura madre o al limite chiedere al medico stesso di aumentare i dosaggi in modo da assumerla al mattino e alla sera per garantire la copertura dell'organismo ed evitare il ricomparire dei sintomi. L'unica altra cosa importante è avere costanza nell'assunzione del preparato di ribes nigrum, perchè altrimenti non funziona o meglio i sintomi ricompaiono.

Io sto assumendo questo rimedio da 7 anni e non ho avuto bisogno di un aumento dei dosaggi rispetto all'inizio della cura dei primi anni se non di una minima quantità relativa ad un fisiologico aumento del peso, perchè ovviamente il dosaggio è prescritto in base al peso e alla statura del paziente.

Ultimo consiglio che sento di dovervi dare è di chiedere al medico il dosaggio massimo da poter assumere in un giorno, vale a dire il numero di gocce che il nostro organismo può sopportare, in modo tale che nei periodi più critici come ad esempio ad agosto, ammesso che sia un tipico mese estivo torrido, come purtroppo in questi anni non è più, possiamo adattare da soli il dosaggio senza avere sintomi.

Raccontato così magari sembra macchinoso, ma credetemi ne vale la pena, i farmaci dovrebbero essere evitati il più possibile, e poi questo rimedio di macerato di gemme fresche di ribes nigrum in tintura madre si trova bene anche nelle erboristerie, oltre che nei negozi biologici ed è usato anche da alcuni medici, come ad esempio un otorinolaringoiatra che mi ha espresso un notevole apprezzamento per questo rimedio, da lei impiegato come un valido sostituto del cortisone per alleviare e risolvere stati infiammatori, vista anche la inibizione della produzione del cortisone naturale del nostro organismo che l'assunzione della sua forma sintetica farmacologica induce, di fatto atrofizzando le nostre ghiandole surrenali, preposte anche a questo scopo.

Adesso tocca a voi, esprimete i vostri pareri, le conoscenze, i dubbi, le paure, e se i vostri amici e parenti hanno avuto un'esperienza con questo tipo di medicina.

4 commenti:

  1. Parliamo per esempio di com'è facile evitare i raffreddori con una sana dose di vitamina c???
    I sempre validi agrumi, tutti gli ortaggi come cavoli, broccoli e verdi in genere...provare per credere! Io ad inzio inverno mi salvo così. Altrochè riempirsi di vivinC et similia, prima diamo un occhio a cosa stiamo mangiando.
    E per le fanciulle...fa venire una pelle liscia e meravigliosa!
    ;-)))
    Consiglio a tutti anche la melata, un tipo di miele ricavato dalla resina, come fonte extra di vitamine e sali minerali, altra chicca per i momenti di sovraffaticamento, invece di tuffarsi in chissà quali intrugli.

    RispondiElimina
  2. E aggiungo calendula tintura madre se casomai vi becchiate un mal di gola improvviso, nonostante la prevenzione: a me ha fatto più degli antibiotici.

    RispondiElimina
  3. Tra i rimedi naturali c'è anche l'Aloe Vera.
    L'Aloe Vera è un potente agente antiinfiammatorio, rigenerante, idratante, immunomodulante, disintossicante e tanto altro, è un alimento quasi completo, contiene innumerevoli vitamine e minerali.

    Io c'ho curato la "sindrome del colon irritabile", i medici dicono che non c'è una cura vera e propria e che devi seguire una certa alimentazione, io invece ora sto bene e mangio qualsiasi cosa.

    Buona salute a tutti!

    http://aloe-vera-benessere.blogspot.com/

    RispondiElimina
  4. Grazie ragazzi del vostro importante contributo...la melata so che veniva data negli anni 70 ai bambini insonni.....per il mal di gola Sara è molto buona anche la propoli, basta avere la pazienza di spruzzarla 3-4 volte al giorno e a me personalmente fa benissimo e manda via l'infiammazione!

    Grazie di nuovo!

    RispondiElimina

Parla delle tue Esperienze Dirette!