Cerca il mio libro quà - Clicca nell'immagine sotto - poi Scrivi nel sito: Paolo Buonarroti

sabato 7 febbraio 2009

Rimedi naturali durante Chemioterapia - Radioterapia

Per qualiasi consiglio vogliate avere per migliorare i sintomi fastidiosi avvertiti durante la chemio o radioterapia, potete chiedermi direttamente nei commenti. I sintomi variano da persona a persona, dal dosaggio dei farmaci e delle radiazioni ricevuti, e dal tipo di trattamento. Generalmente nausea, vomito, inappetenza, diarrea, crampi addominali, abbassamento di piastine, globuli bianchi e/o rossi sono quelli più comuni.

92 commenti:

  1. Caro Paolo, a mio parere questo articolo è utile a tutti e non soltanto a chi è sottoposto alla chemio. E' sempre importante essere consapevoli di ciò che può servire al nostro corpo.
    Ti ringrazio quindi per le informazioni e per il tuo sincero desiderio di aiuto verso chi soffre.
    Un bacio e un grande abbraccio col Cuore.
    Hadraniel

    RispondiElimina
  2. Ciao Hadraniel, mi fa piacere tu abbia compreso questa importanza che hai sottolineato!

    Un grosso abbraccio anche a te, col cuore!! ;-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve, mio marito 9 anni fa ha subito un intervento per asportazione neo con linfonodo sentinella causa melanoma.....a maggio di quest'anno ha fatto la visita di controllo ( come sempre fa ogni anno) ed era tutto ok, poi però a giugno inizia ad avvertire i dolori alla gamba dx ( dove ha asportato neo e linfonodi).....in seguito ad una pet si riscopre la ripresa dell'attività. Da due settimane ha iniziato la chemio e tra i vari sintomi quelli che più gli danno noia sono:
      1. lingua bianca e incapacità di percepire qualsiasi tipo di sapore;
      2. pustole sul petto, schiena e pian piano anche in testa, simili alla varicella, che gli danno tanto prurito.
      Come posso alleviare queste sue sofferenze?
      Grazie

      Elimina
  3. Ottimo articolo. Direi però che hai dimenticato una pianta fondamentale per contrastare gli effetti collaterali, cioè l'aloe arborescens, in particolare nel preparato diffuso da Padre Zago con Miele, distillato e foglie fresche.

    RispondiElimina
  4. Grazie Mauro del tuo contributo, l'aloe arborescens la conosco come rimedio anticancro, ho letto il libro di Padre Romano Zago, ma non sapevo di questa applicazione contro gli effetti collaterali, mi informerò meglio!

    Ciao!

    RispondiElimina
  5. ciao complimenti per il blog, mi piacerebbe inserirti nella mia lista di blog amici, se sei interessato allo scambio link fammi sapere, il mio blog è www.queen-robj.blogspot.com

    RispondiElimina
  6. Grazie RobJ, l'ho appena aggiunto ai miei blog, ho visto che sei diventato un fedele "sostenitore" :-D

    Mi fa piacere, a breve aggiungerò un post, purtroppo nell'ultimo periodo sono stato influenzato :-C

    A presto!

    RispondiElimina
  7. Cercavo giusto qualcosa in merito alla cura naturale durante la chemioterapia, alla quale purtroppo si sta attualmente sottoponendo per l'ennesima volta mia madre. Penso che questo articolo sia molto utile, ne parlerò col mio erborista di fiducia e vedrò cosa mi consiglia.

    Grazie di cuore!, a tutti.

    P.S.: per quanto riguarda il commento di MAURO del 18.2.2009, volevo specificare una cosa IMPORTANTE, verificata sulla persona: è FORTEMENTE SCONSIGLIATO il preparato di Padre Zago DURANTE la chemioterapia, provoca forti diarree: ciò è dovuto, secondo quanto riferitomi dall'erborista, al fatto che tale preparato presenta anche Aloe in polpa, quest'ultima contiene Aloina - che provoca tale effetto - sicuramente non raccomandabile durante un trattamento chemio. Il prodotto di Padre Zago è invece buono al di fuori di questa fase, e va benissimo anche per chi è in quel momento sano (prevenire è meglio che curare...). Vengono indicate, oltre alle varie proprietà, testimonianze di effetti miracolosi di tale composto contro alcuni tipi di tumore. Da parte mia posso dire che l'ho provato personalmente e su mia madre: a me che sono sano ha fatto bene, mi ha dato tonicità fisica e mentale, a mia madre purtroppo il miracolo non l'ha fatto; però l'ha aiutata molto nella fase post-chemio anche per quanto riguarda la normalizzazione delle difese immunitarie, che erano scese a zero con tutte le conseguenze. Il problema è stato che non sapendolo e trovandone il primo giovamento, ha continuato ad assumerlo anche durante la chemio, con le conseguenze che ho sopra specificato. Ora, si rifiuta categoricamente di assumere qualsiasi prodotto a base di Aloe, nonostante l'erborista mi abbia garantito che nella fase chemio è molto valida l'Aloe Vera, purchè sia in succo, che non contiene Aloina.
    Ecco perché sto cercando un rimedio alternativo.
    Di nuovo grazie ed un abbraccio a tutti.

    RispondiElimina
  8. Caro Anonimo, tutto quello che sapevo sui rimedi naturali utili durante la chemio o radio-terapia, li ho inserito in questo post, ti ringrazio della tua testimonianza, fai bene a chiedere consiglio al tuo erborista di fiducia, per la nausea ti ricordo che fa bene la cura Pantellini, l'ottimale secondo me sarebbe usare probiotici, da assumere lontano dai pasti, in modo che sia assorbiti al meglio, e non diano problemi di nausea o difficoltà digestive, e da non appesantire l'apparato digerente, in bibliografia, a fine articolo trovi i testi da cui ho tratto le informazioni qui riportate, se li prendi però, riguardo all'essenziale non credo troverai molto di più, se dovessi trovare altri rimedi naturali relativi a nuove scoperte, o ad altri, che non avevo finora conosciuto, ti farò sapere, ok? ciao stammi bene e in bocca al lupo per tua madre!

    P.S.: è un problema che si è verificato anche nelle generazioni precedenti a tua madre?

    RispondiElimina
  9. mia maglie è stata sottoposta a chemio e radioterapia 4 anni fa.
    Ora gli stessi sintomi della chemio gli vengono genarati dalle emissioni elettromagnetiche. Esistono casistiche e o interventi?

    RispondiElimina
  10. Ciao Silvio, mi spiace molto per tua moglie,
    non ho mai letto nè sono a conoscenza di casi simili al suo.

    Hai provato a cercare sul web?

    Hai parlato con oncologi?

    Ti sei informato sugli effetti collaterali di quei farmaci chemioterapici, magari combinati alle radiazioni?

    In bocca al lupo! ;-D

    RispondiElimina
  11. ciao, sono una floriterapeuta, vorrei dire gentilmente che esiste un ottimo rimedio floreale denominato ELECTRO che agisce eliminando i postumi da radio e chemio, Si trova comodamente in farmacia, è a base di rimedi australiani.
    Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio anche perché' dovro
      fare radio terapia con iodio 131,
      Grazie mille dottoressa .

      Elimina
    2. La ringrazio per il consiglio anche
      perché' dovro fare radio terapia con
      iodio 131.

      Elimina
    3. Funziona anche per la chemio?

      Elimina
  12. Ciao woman!

    Ti ringrazio della segnalazione, lo vendono in farmacia?

    Ma siamo sicuri che non abbia eccipienti di troppo o addirittura dannosi?

    RispondiElimina
  13. MAK 4 e MAK 5 - Due preparati della Medicina Ayurvedica

    http://spazioinwind.libero.it/maxconti/mak4e5.htm

    RispondiElimina
  14. Grazie Anonimo, si avevo letto che i rimedi ayurvedici di questa linea sono ottimi antiossidanti

    RispondiElimina
  15. Peccato non aver letto questo post prima! Mia mamma, purtroppo, ha dovuto sopportare tutti i sintomi descritti un paio di anni fa, senza che nessuno si preoccupasse di consigliarle un metodo naturale per alleviarli. Ad ogni modo ritengo che sia in ogni caso utile condividere queste informazioni. Grazie!

    RispondiElimina
  16. Mi spiace Francesca, speriamo che non siano più utili per tua madre, ma sicuramente, purtroppo, vista l'incidenza del cancro, lo saranno per qualcun altro!

    di niente!

    ciao!

    RispondiElimina
  17. Ciao, ho letto avidamente questo post, e tutti i commenti che si sono succeduti.
    ho trovato finalmente qualcuno che parla la mia lingua, qualcuno che si interessa del problema di come ti lasica la chemio terapia... Purtroppo vivo l'esperienza di mia amdre che a distanza di 4 anni, dall'ultima sesisone di chemio, non si è mai ripresa del tutto, e progressivmanete peggiora.
    Sta perdendo riflesis, scrittura, facoltà cognitive, il tutto in una grande fatica generale a fare tutto.
    I medici hanon detto che si tratta dei sintomi di una intossicazione da chemio... ma quello che mi chiedo è se non si possa fare un processo a ritroso, ovvero, se non sia possibile disintossicare!!

    Se a qualcuno venisse in mente qualcosa, tornerò qui a leggere, aspetto i vostri consigli, ma ringrazio già per quello che ho trovato scritto.

    Un saluto a tutti.

    RispondiElimina
  18. Ciao Anonimo, mi dispiace per tua madre, mi fa piacere che hai trovato una condivisione qua ;-D

    Riguardo la disintossicazione certo che si può fare, occorerebbe sapere prima di tutto tempi e farmaci (quantità e qualità ovvero che tipo di chemioterapici te la butto la cisplatino, fluorouracile piuttosto che adriamicina, metotrexate....?), credo che in questi casi un bravo omeopata che consideri quindi anche la tipologia costituzionale di tua madre possa aiutarti molto!

    in bocca al lupo!

    RispondiElimina
  19. Ciao Michél Revolution,mia madre ha subito da un'anno circa l'asportazione del seno per un tumore e ora sta ultimando la chemio...... visto che è stata colta da una forte depressione e non riesce a prendere gli ansiolitici prescritti dal medico, perchè le aumentano la nausea non è che mi potresti consigliare una pianta officinale che possa aiutarla con la depressione,ma non faccia contrasto con la chemio????? avevano detto l'iperico,ma ho scoperto che è sconsigliata..... chi me lo ha proposto non sapeva che poteva avere delle controindicazioni.........
    aspetto con ansia una tua risposta Silvy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao mi dispiace per tua madre..

      L'iperico occorre usarlo con precauzione, per la depressione occorre avere un approccio multidisciplinare, sicuramente uscire e stare con i pochi amici veri che si hanno, con i propri cari, è un aiuto importante.

      Come rimedi dolci, potresti farle prendere fico gemme (gemmoderivato) prima di andare a dormire, se hai bisogno di altri dettagli scrivimi in privato trovi la mail nel blog ok?

      auguri!

      Elimina
  20. ciao, qualche olio per lenire il dolore , l'arrossamento o il bruciore della zona trattata dalla radioterapia? grazie!

    RispondiElimina
  21. Ciao Morena, per il post radioterapia puoi usare l'oleolito di calendula (se vuoi puoi anche fartelo da sola lasciando a macerare per 45 giorni della calendula presa ad esempio in erboristeria in olio di mandorla, che è uno dei più facilmente assorbiti dalla pelle) questo va bene per l'arrossamento e la secchezza, se vuoi andare più a fondo puoi usare il burro di karitè il migliore lo trovi nei negozi equo e solidali perchè è puro al 99% e l'1% rimanente è tocoferolo ovvero vitamina E quindi naturale al 100%, questo nutre in profondità, magari è all'inizio piì noioso da applicare, ne prendi un pezzettino lo sciogli sulla mano e poi te lo spalmi, è rigenerante e nutre in profondità il derma, oppure puoi usare l'olio di tamanu (o anche detto di calophylla) ma questo si trova meno bene è di origine australiana, se ti posso consigliare io userei il burro di karitè subito dopo le sedute, e poi o l'olelito di calendula o l'olio di tamanu, ok?

    auguri e mi raccomando spandete la voce del mio blog, che queste info servono a tutti credo e soprattutto purtroppo non si trovano facilmente a giro sbaglio? ;-D

    RispondiElimina
  22. Ciao,
    mamma sta facendo chemio dopo intervento per tumore al seno.
    Ora sta facendo la fec, poi farà daxotere.
    Ti chiedo, se possibile, dei rimedi naturali contro: nausea e conati di vomito, leggera infezione lingua e cavità orale.
    In seguito, mamma dovrebbe avere dolori alle ossa: c'è qualche rimedio anche per questo?
    un'ultima domanda: i tuoi rimedi vanno assunti assieme alle medicine o da soli?
    Grazie davvero per il tuo aiuto, pubblicizzerò il tuo blog con tutte le persone che conosco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesco, con fec cosa intendi? forse hai errato a digitare.

      Allora per nausea e vomito è difficile agire perchè ingerendo qualcosa si tenderebbe a poterli addirittura aumentare, puoi provare col farle annusare olio essenziale di zenzero che dovresti trovare anche in erboristeria, magari su ordinazione, prendilo di buona qualità possibilmente chemiotipato, ovvero sottoposto a controlli quantitativi e qualitativi delle molecole principali, vedi la marca "pranarom" o "essenthya", ne trovi a vendere anche sul web (esempio sul sito macrolibrarsi.it).

      I dolori alle ossa, come molti altri sintomi possono dipendere da più cause, a volte è la semplice stimolazione durante i periodo di stimolo del midollo osseo, da eritropoietine, farmaci iniettati per sostenere il sistema immunitario. Ricorda sempre che non occorre agire solo sul sintomo, ma sul problema. Così sul cancro, va bene mettere una pezza aggredendo le masse tumorali (che però potrebbero essere aggredite anche con molti altri mezzi come l'ipertermia), ma poi occorre riequilibrare il terreno, cioè: rinforzando le membrane cellulari (la degenerazione avviene non solo per motivi genetici in quanto sulla genetica influiscono moltissimi fattori di stress come inquinamento, polveri sottili da inceneritori, dieta ricca di grassi saturi, grassi idrogenati (vedi merendine, ecc.)), abbassando il rifornimento di zuccheri alle cellule neoplastiche che sono più attive di quelle normali (ed è per questo che nella pet si usa un analogo radioattivo di fluoro, del glucosio), usando integratori antiossidanti (vitamina C, E, selenio, coenzima Q10, papaia fermentata), usando sali riequilibranti della pompa salina cellulare (terapia pantellini ovvero ascorbato di potassio [la trovi anche a vendere sul web]), alcalinizzando l'ambiente extracellulare acidificato dai mille fattori di stress a cui siamo sottoposti oggi (terapia di Simoncini di bicarbonato di sodio: ottima attraverso l'uso di cateteri specie quando la massa neoplastica è lontana dai vasi sanguigni ed è difficilmente operabile e non è raggiungibile dai farmaci che ovviamente sono somministrati per via endovenosa).

      Spero di averti un quadro migliore. Alcuni rimedi occorre assumerli da soli perchè sono più forti (soprattutto le tinture madri, gli oli essenziali e gli estratti secchi), mentre i gemmoderivati possono essere assunti insieme.

      Dammi altri dettagli e ti posso indicare meglio ciò che si potrebbe adattare meglio a tua madre.

      Comunque se ti può interessare il top del top per il seno lo trovi a Parigi per ciò che concerne l'oncologia e la chemioterapia, là usano un approccio molto diretto, e fanno fare diversi cicli di chemio anche a chi dopo l'operazione chirurgica appare guarito al 100% da tutti gli esami.

      un caro saluto e auguri per tutto

      la medicina naturale, a differenza di quanto vogliano farci credere è orami un mezzo molto utile a ritrovare la capacità di guarigione del nostro organismo, infatti la storia della genetica è ormai una menzogna appurata dai più grandi ricercatori. Le malattie genetiche sono tutte causate dall'inquinamento alimentare, industriale e ambientale, è per questo semplice motivo che stanno aumentando sempre più di incidenza in numero e tipologia. Come saprai bene le multinazionali esercitano pressioni indicibili. Cerca anche cosa sia il nuovo ordine mondiale e cosa stanno cercando di imporre. Ma non preoccuparti che la giustizia divina presto giocherà il suo ruolo in questa battaglia.

      Che Dio ci aiuti e scacci ogni maleficio.

      Amen

      Elimina
    2. Scusa mi ero scordato, per la lingua e il cavo orale è ottimo fare sciaqui con bicarbonato di sodio, tende a cicatrizzare e a sfiammare in maniera decisa, però gli oncologi in genere consigliano di alternarli 1 giorno si ed 1 no altrimenti si altera troppo il ph del cavo orale, altrimenti puoi usare proproli spray, direttamente in bocca e sulla lingua brucia un po' ma funziona alla grande. So cosa vuol dire aver difficoltà a mangiare per tali fastidi, ci sono passato anch'io. Auguri

      Elimina
    3. Per i disturbi del cavo orale, oltre ad un'igiene scrupolosa, tenere un cubetto di ghiaccio in bocca fino a sciogliersi inoltre usare Faringel un prodotto a base di aloe propoli... si compra in farmacia. Non mangiare cibi con pepe o piccanti. Io prendo tanta vitamina c. Me l'ha consigliata il mio medico: Acerola. Se qualcuno puo' darmi un consiglio per la dermatite sul viso... prodotti naturali. Grazie e ciao!

      Elimina
    4. la dermatite può essere in segno di un'intossicazione a livello intestinale ed epatico, quindi valutare di ripulirli, ne parlo a fondo nel terzo capitolo del mio libro "Identikit cancro", dove indico rimedi naturali specifici per pulire intestino, fegato, reni, sistema linfatico e corpi sottili, spiegando in dettaglio le sfumature delle altre azioni, per personalizzare al massimo la terapia.

      www.identikitcancro.it

      Elimina
  23. Ciao Michel,
    Mia madre una settimana fa ha finito la radioterapia al cranio.In questi giorni sta soffrendo di forte prurito alla testa.la zona è molto arrossata e dietro le orecchie ci sono delle ferite.cosa può usare per alleviare il forte prurito?
    Ti ringrazio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, può usare alla grande burro di karité, di quello puro però, quindi non creme a base di esso, nè prodotti raffinati, che riconosci perchè sono di colore bianco, il burro di karité può essere tra il verde ed il giallo, ottimo quello dei negozi etnici e dei negozi equo e solidali che ormai sono presenti ovunque.

      é lenitivo, cicatrizzante.

      Ti consiglio anche questo centro di cura con ipertermia, ne esiste uno anche in italia anche se è privato: è del professor Paolo Pontiggia

      www.chiweb.net/tumori.html

      http://www.bichercancerinstitute.com/

      è una tecnica molto usata negli stati uniti per i tumori di testa e collo, ha mostrato netti miglioramenti delle terapie standard

      auguri e se hai bisogno domanda

      Elimina
  24. Mia madre è affetta da un tumore allo stomaco nonchè piccoli linfonodi estesi nel torcace. Per il momento è in chemioterapia e spesso nei giorni successivi al trattamento avverte forti nause da non poter nemmeno mangiare. Qualche consiglio? Grazie infinite.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, mi dispiace per tua madre, capisco la nausea, se non erro la terapia standard per il cancro gastrico è a base di cisplatino, epirubicina e fluorouracile. E' normale avere la nausea, se va via la fame occorre pazientare, potresti farle assumere vitamina c in pastiglie, ottima quella a base di acerola della casa Di Leo, facilmente reperibile. Per il cancro gastrico ti posso dire che è utile un'integrazione con ascorbato di potassio (un sale ottenuto dalla miscelazione in acqua di acido ascorbico cioè vitamina C con bicarbonato di potassio) altresì conosciuto come cura Pantellini. Si può assumere 2 volte al giorno lontano dai pasti, sono 2 confezioni di bustine sigillate, importantissimo:

      mescolare velocemente con un utensile in legno (NO METALLO SE NO SI OSSIDA LA SOLUZIONE e perde il potere antiossidante)

      lo trovi qua:

      http://www.rimedialternativi.it/product.php?idx=375&linkid=chYwasDTO8Do

      tantissimi auguri e le auguro una pronta guarigione, anche la preghiera ha il suo effetto benefico, è sufficiente crederci.. ;-D

      Elimina
  25. buongiorno vi chiedo se con valori del diabete alti, dovuri a cura cortisonica si puo' prendere l'infuso di aloe per combattere il senso di vomito e stitichezza

    grazie
    Claudia, figli di un papa' che sta lottando

    RispondiElimina
  26. Ciao Claudia, dunque vomito e stitichezza possono dipendere da tanti fattori, dimmmi che problemi ha tuo padre e che tipo di cura sta facendo. Comunque l'aloe non è proprio indicata per il vomito, anche perchè ha un sapore nauseante, a meno di miscelarla ad altro. Per la stitichezza vanno benissimo i semi di lino, però occorre vedere non gli siano sgradevoli, e se sta assumendo farmaci in pasticcche possono contribuire ad alternarne l'assorbimento, quindi dovresti eventualmente farglieli assumere lontano dai pasti.

    spero di averti dato un aiuto che ti può essere utile.

    RispondiElimina
  27. per la diminuzione dei globuli bianchi per effetto di radioterapia potresti consigliarmi qualcosa?????grazie mille :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potrebbe essere utile l'astragalo oppure uncaria tormentosa

      Elimina
  28. Grazie di cuore per i consigli! Se non avessi letto questi post oggi sarei morto. Ho infatti utilizzato prima il frullato di Padre zago con qualche effetto collaterale(scariche diarroiche, troppo miele ed alcol) , poi sono arrivato ad un prodotto eccezionale che mia cugina utilizzava negli USA chiamato Aloe superiore della ditta Ghignone di Pecetto torinese.....Quanto è piccolo il mondo io vivo a Bellinzona in Svizzera....Bene mi sono fatto inviare 12 bottiglie al telefono(molto costose ma eccezionali) mi sono ormai convertito all'aloe arborescens superiore. Adesso non faccio neppure più la chemio e sono rinato. GRAZIE GRAZIE GRAZIE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di niente, mi fa piacere ti sia stato utile il mio contributo

      Elimina
    2. Le vostre informazioni sono intrtessanti ma vorrei capire come agire una volta acquistato questo prodotto. Quanto aloe bisogna assimulare, le dosi giornaliere, per quanto tempo continuare la cura, se deve essere affiancata alla chemio o no. Aiutateci a capire di più. Grazie

      Elimina
    3. non conosco questo prodotto, del resto chi lo ha indicato è anonimo e non è rintracciabile ;-D

      Elimina
  29. Ciao, a mia madre è stato diagnosticata un'eteroplasia pancreatica con localizzazioni secondarie linfonodali addominali. la scorsa settimana ha cominciato la terapia con oxaliplatino e gemcitabina ogni 14 giorni. Gli oncologi non hanno saputo consigliarmi niente per aiutarla a sopportare gli effetti collaterali (per ora stipsi, nausea e debolezza generale) o per aiutarla a reagire alla tossicità dei farmaci. Sapreste darmi qualche consiglio? grazie, ciao

    RispondiElimina
  30. Ciao Roberta, per la nausea al momento non ci sono molti rimedi efficaci, che io sappia annusare olio essenziale di zenzero è l'unico, anche perchè considera che per lo meno durante le terapie la nausea impedisce in ogni caso di consigliare un'ulteriore assunzione orale e quindi stimolo per il vomito. Per la stipsi, quando se la sente tanta acqua, magari la tisana caisse. Auguri

    RispondiElimina
  31. Salve, mia madre è affetta da un tumore di Krugenberg,già in fase finale con liquido ascitico, non operabile. Ha già completato un ciclo di 6 chemio ogni 3 3 settimane e ora sta facendo la terapia settimanale, volevo sapere se avete qualche rimendio per i sintomi post-chemio e magari qualche sostanza che permette anche di aumentare il Sodio e il Cloro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao, scusa quindi ha avuto un tumore iniziale all'apparato digerente, poi arrivato alle ovaie? Dimmi meglio da dove è iniziato, se fosse lo stomaco è buona la terapia pantellini (ascorbato di potassio). Dimmi che sintomi ha, è FONDAMENTALE disintossicare, la tisana Caisse ad esempio è ottima, tolte le tossine vedrai che i sintomi se ne andranno dopo un po' di tempo. Auguri

      Elimina
  32. Salve sono roberta e sono il terapia per un Ldh a sclerosi nodulare al II stadio B. Mi suggerite qualche rimedio per la nausea? É leggera ma a volte fastidiosa. Inoltre mi hanno suggerito di fare la cromopuntura per alleviare le intossicazioni da chemio, che ne pensate?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Roberta, per la nausea puoi provare con olio essenziale di zenzero una goccia messa in un fazzoletto e annusa, non male prendere un gemmoderivato drenante del sistema linfatico ad esempio betulla linfa, e la tisana caisse, per il tuo caso specifico credo siano un'ottima accoppiata

      Elimina
  33. Ho aiutato per un lunghissimo periodo la mia signora con l'Aloe arborescens superiore della ditta Ghignone, inizialmente con poca conoscenza mi affidai ad un frullato Aloe, miele, grappa con cattivi risultati(mia foglie mal tollerava il miele e l'alcol) poichè tutti i prodotti o peggio ancora il "fai da te" contiene quella terribile molecola chiamata Aloina, molto lassativa ed irritante per le pareti del colon. Oggi dopo 5 anni dalla cessazione della chemioterapia mia moglie gode di buona salute. Ovviamente si sottopone a controlli semestrali a Napoli dove è stata seguita molto bene e dove per altro hanno sempre suggerito l'impiego dell'aloe arborescens superiore come coadiuvante idoneo per inibire il vomito, la mucosite e la nausea. Leggendo la storiografia dell'aloe ho capito che l'arborescens brasiliana è molto più efficace di quella del mediterraneo poichè gode di un clima sub tropicale, adesso tree volte all'anno ordiniamo 6 flaconi ogni volta per mantenere il sistema immunitario ben funzionante. PS non ricordo a memoria il telefono della ditta Ghignone ma su internet è facilmente identificabile.

    RispondiElimina
  34. Buongiorno! Ringrazio per i preziosi consigli e aiuti .Poiche' non riesco a visualizzare bene il post (e' il mio pc o sono io poco pratica ?) Pongo direttamente la mia richiesta di consigli.
    Ho bisogno di sapere a quali sintomi si puo' andare incontro durante una radioterapia post operatoria all'addome (per sarcoma utero) e nel caso i rimedi da tener presente. Ringrazio di cuore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' più utile affrontare i casi specifici, consideri che i sintomi segnalati variano da persona a persona, mi dica cosa ha e poi possiamo vedere insieme. A grosse linee la radio può portare a problemi di arrossamenti della pelle nella zona esposta, per cui indico burro di karité puro, e appesantimento della digestione, in generale della funzionalità digerente, e conviene smaltire le tossine con alghe, ginkgo biloba e frutta.

      Elimina
    2. ciao paolo pensavo di aver debellato la mielodisplasia,da 2 anni stavo benissimo rinato,a gennaio un polmonite mi ha danneggiato tutto il mio sistema immuninario e da una biopsia ossea si è ripresentata la malattia,aiutami ti prego,mi hanno riproposto di fare il vidaza,sai mica se semi di lino e estratti di semi di uva possono aiutarmi?ti prego di aiutarmi...ciao grazie

      Elimina
    3. aspetto vivamente la tua risposta,la mia e mail ...richyebarabba@gmail.com

      Elimina
    4. Ciao Roberto, scusami ma mi era sfuggito il tuo commento.

      Leggendo la definizione della tua malattia, sembra che ci possano essere dei fattori eziogenetici ovvero delle cause di tipologia ambientale, tossine come benzene e scorie radioattive, fai un'analisi dei luoghi dove hai lavorato e delle sostanze con cui puoi essere venuto in contatto, quali grosse industrie vicino alla tua residenza vi sono. Poi potrai valutare qualche sostanza specifica detossificante.

      Auguri

      Paolo

      Elimina
  35. Tumore al testicolo... Chemio con cisplatino principalmente... Nausea, vomito, algie addominali, diarrea... Posso fare qualcosa x alleviare tutto questo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ci sono passato anch'io da questa malattia...ti capisco, fammi indovinare, cisplatino, etoposide e bleomicina? Per la nausea prova con una goccia di olio essenziale di zenzero in un fazzoletto da annusare, ovviamente resta un complemento ai farmaci antiemetici..... Per la diarrea sono buoni i probiotici, per le algie addominali magnesio, ma chiedi al tuo medico, ok? in bocca al lupo e dai un occhio qua

      http://medicina-alternativa-naturale.blogspot.it/2013/06/identikit-cancro-disponibile-oggi-il.html

      Elimina
  36. Ciao Paolo! un mio amico sta iniziando un ciclo di chemio blanda (se si può dire....) con vinorelbina e mothotrexate per una fibromatosi desmoide. Io vorrei consigliargli qualcosa per smaltire la tossicità e abbassare gli effetti collaterali al minimo. Insomma vorrei che subisse il meno possibile questa terapia..
    Grazie per l'aiuto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, questa è una malattia piuttosto rara....per smaltire potrebbe essere utile la tisana CAISSE costa caro ma per l''apparato digerente in particolar modo è molto buona.....importante però capire le cause possibili dell'insorgenza,in base alle abitudini di vita, all'ambiente di lavoro frequentato, e alle emissioni vicine la sua abitazione.....ti lascio il link al mio libro sul cancro, non so se hai visto l'ultimo post di questo sito.....ci ho dedicato 8 anni della mia vita.....http://medicina-alternativa-naturale.blogspot.it/2013/06/identikit-cancro-disponibile-oggi-il.html

      Elimina
  37. Ciao a tutti mi chiamo aldini florina. Mio marito ha cominciato da poco la chemio con cisplatino,per un tumore all polmone. Vorrei chiedere cosa devi mangiare, visto anche che ha la nausea anche il stomaco chiuso. Poi si possono provare delle alternative (naturiste),mentre fa la chemio. Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Florina, mi spiace per tuo marito, come alimentazione sarebbe opportuno non assumere zuccheri semplici, dal momento che i tumori hanno un metabolismo accelerato e sono golosi assai di questo nutriente, poi occorre non assumere troppe proteine, ed assumere carboidrati integrali cioè ad esempio pane da farine intere,non raffinate, li trovi nei negozi bio, nei supermercati natursì ad esempio. Considera che questo farmaco che sta assumendo è tra i più tremendi come effetto collaterale di nausea e vomito, puoi provare a fargli annusare olio essenziale di zenzero, ma mi raccomando prendilo chemotipato, da alcuni studi sembra essere di aiuto. Per l'appetito in generale quando va via è anche un segno che l'organismo necessita di energie per combattere la malattia e i farmaci, ci sono passato anch'io ma poi ritorna. Per alternative naturali durante la chemio cosa intendi per combattere la malattia o aiutarlo a disintossicarsi dai farmaci?

      Auguri

      Paolo

      Elimina
    2. Se ti può interessare ho scritto un libro a cui ho dedicato un ampio spazio di tutto ciò che si può fare durante le cure di chemioterapia (e di radioterapia), ne parlo qua http://medicina-alternativa-naturale.blogspot.it/2013/06/identikit-cancro-disponibile-oggi-il.html
      ...il libro si chiama identikit cancro, ci ho messo 8 anni, tanta passione e voglia di condividere le mie esperienze e conoscenze, in autunno continuerò le presentazioni, poi quando me li passano se vi interessa metterò su questo blog i link alle interviste registrate....

      Elimina
  38. Buonasera a tutti,sono capitata qui cercando qualcosa di alternativo.Mio padre a distanza di tre anni ha di nuovo tumore all'esofago..tra poco inizierà un ciclo di trenta radio e di cinque chemio.A distanza di due anni deve ancora "smaltire" le chemio del primo tumore(sempre all'esofago).Volevo prendergli l'aloe arborescens ma ho capito che non va bene per il suo problema.Mi sapete indicare qualcosa che possa aiutarlo per i sintomi della chemio?Da far prima o durante o dopo..qualsiasi cosa che sapete sia efficace e serio.. Vi ringrazio anticipatamente di cuore e vi auguro una buona serata e tanta...tanta salute...che non guasta MAI!!!

    RispondiElimina
  39. Buonasera a tutti.Mio padre ha a distanza di due anni di nuovo il tumore all'esofago.Volevo prendergli l'aloe arborescens ma ho capito che non va bene.Mi potete consigliare qualche rimedio efficace e serio per i brutti sintomi che lascia la radio e la chemio?Dovrà fare trenta cicli di radio e cinque di chemio e deve ancora "smaltire" la chemio di due anni fa.
    Vi ringrazio anticipatamente e buona serata di cuore..
    Emy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Emy, mi dispiace molto per tuo padre, dimmi che farmaci gli daranno altrimenti non possiamo capire! Ti indicò anche un testo mio sul cancro che si chiama Identikit cancro, se vai sula pagina iniziale di questo blob lo trovi! Ci ho messo 8 anni....non so se conosci la mia storia.....

      Elimina
  40. ciao paolo...oggi mia madre ha appena iniziato un ciclo di chemio con taxolo e carbo platino, è stata operata un mese fa di tumore maligno all'ovaio (un tipo aggressivo, sieroso)per fortuna completamente rimosso e senza metastasi, però per esser sicuri hanno deciso di fare sei cicli di chemio...mi dici cosa posso prenderle per smaltire la tossicità della chemio e per tirarsi su? l'aloe va bene?per la nausea prenderò subito lo zenzero da te consigliato..grazie di cuore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao anche io sono messa uguale. Alla fine cosa hai fatto?

      Elimina
    2. scusa per il ritardo, ma qualche commento tra tutti questi a volte mi sfugge... potresti prendere prodotti tipo la tisana caisse, la formula tramandata all'infermiera canadese René Caisse dalla tribù di nativi objiwa.

      Altrimenti, se vuoi personalizzare la disintossicazione, dovresti considerare le altre tossine con cui tua madre è stata in contatto, valutando quindi i luoghi che ha frequentato e se ci sono impianti di incenerimento vicino alla sua abitazione, e trovi un dettaglio di questo nel mio libro identikit cancro, nel terzo capitolo.

      www.identikitcancro.it

      Elimina
  41. Salve,ho mio papà,91anni di ottima salute,senza mai farmaci.No fumatore e tutta alimentazione biologica quasi vegetariano.A gennaio di quest'anno si opera sulla guancia sx per un basalioma,rivelatosi dopo esame istol,spino cellulare.Il chirurgo ha cercato di togliere il più possib,ma a giugno,in quanto l'occhio sx si è danneggiato con l'operazione, l'oculista ha richiesto tac ed è ricomparsa un piccolo zaffo di malattia.Biopsia e di nuovo la conferma.L'oncologo ci prospetta il peggio dalla fessurazione del palato ad una serie di altre conseguenze,visto che la qualità di vita di papà è molto buona.Allora propone radioterap,anche per cercare di recuperare l'occhio.Papà vuole iniziare subito ed i primi di Agosto fa 6 sedute continuat,ma non so essere precisa sulla terapia,cmq,macchina di ultima generazione.Dopo l'ultima seduta il radiologo prescrive dei sali minerali,che papà non tollera e per 2 gg non fa pipí,dopo arriva una diarrea e oncologo prescrive Imodium e Normix.Reazione cutanea con rash di bolle rosse e d'acqua tipo pemfigo.Allora dermatologo da cortisone1mg al giorno poi 0,5.È passato 1 mese da tutto questo,papà non riesce ad essere indipendente,non cammina piú,emocromo con glob rossi7,7.oncologo prescrive trasfus,ma noi aspettiamo che si ristabilisca il fisico.Accusa forti dolori alla schiena,osso sacro.ora di nuovo da ieri forte diarrea.Cosa puó prendere?Cosa ci consiglia di fare?Vedo che lei da tutti rimedi risolutivi,ci aiuti.Questa radio

    RispondiElimina
  42. Continuo:questa radio ha distrutto papà fisicamente e moralmente.le dico cosa prende ora:Mattina yogurt con probiotici polline d'api. Poi papaya fermentata.Ora per la diarrea ribes nero.Cosa consiglia.Cerco aiuti validi.Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesca, scusa per il ritardo, la situazione mi sembra assai complicata, adesso come sta tuo padre?

      Lo yogurt lo sconsiglierei è comunque un latticino, peggiora la permeabilità intestinale e favorisce quindi il riassorbimento di tossine.

      Per la diarrea prendigli dei probiotici tipo i simbioti-flo della OTI, come azione buona per la bocca considera sciaqui con bicarbonato di sodio in acqua calda, li usa anche il dottor simoncini lo conosci?

      Ha otturazioni? A volte può dipendere da materiale di vecchie otturazioni.

      Elimina
  43. Ciao Paolo, il mio compagno sta facendo chemioterapia con farmaci in cicli di 28 giorni. I dolori son sempre tanti e assume antidolorifici, ma durante il periodo di pausa tra un ciclo e e l'altro non riesce a far passare i dolori addominali. Dorme accucciato sulle ginocchia se riesce o su una sedia. Ho cercato Electro, ma non so dove possono venderlo. Ha usato anche l'aloe alborescens, ma niente di che. Ha anche problemi di stitichezza forte ed usa manna, senna e di tutto. Dammi un consiglio perfavore. Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ornella, scusa per il ritardo ma ho molti impegni e devo rispondere ad un sacco di domande. Ti sconsiglio vivamente di fargli assumere senna, frangula, cascara che sono lassativi antrachinonici che se abusati provocano rilassamento eccessivo intestinale che può portare perfino al prolasso. Molto meglio agire assumendo centrifugati, molta frutta con fibra, come mele, banane, verdura, e semi di lino.

      Che farmaci sta assumendo? I dolori all'addome possono dipendere da alcuni farmaci, o possono essere anche il riflesso di eccessivo stress che sta vivendo, dorme bene?

      Elimina
  44. E' passato un po' dal tuo post ma provo lo stesso: mia mamma ha appena cominciato una chemioterapia preventiva per un carcinoma al colon retto che é stato asportato circa un mese fa. Non so di preciso che cosa le diano durante la seduta in ospedale - i medici non dicono mai niente - ma a casa deve prendere compresse di capecitabina (in caso ti serva saperlo). Ora, non ha grandi effetti collaterali per il momento, ma ci hanno detto che a volte peggiora man mano che si va avanti per l'accumularsi delle tossine. C'é qualcosa di naturale per favorirne lo smaltimento? E' sempre bello evitare di star male... (P.S. Niente di acido perché soffre di reflusso esofageo) Grazie mille! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Barbara Maria, si il discorso accumulo progressivo di tossine è vero, spesso accade, potresti farle prendere frutta e verdura, latte di mandorla che è ottimo perchè anche antiacido, e tisane di finocchio, se le va pinzimonio di carciofi e magari di finocchio crudo!

      Elimina
  45. Ciao Paolo a mio padre hanno diagnosticato un gliosarcoma ,dovrà fare un ciclo di chemio (temodal 140mg)e radioterapia e dopo altri 6 cicli solo di chemio a dosi piu' alte,c'è un modo per prevenire l'abbassamento delle difese immunitarie,puo usare qualcosa in concomitanza con le terapie,ho sentito parlare del fungo reishi,secondo te puo' usarlo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si il reishi è un immunostimolante, ma dovresti parlare con l'oncologo per capire se può interagire col farmaco/i che sta prendendo tuo padre.. scusa per il ritardo ma non ce la faccio a seguire il blog sempre..

      Elimina
  46. Salve, a maggio mi hanno asportato un a grossa formazione sul polso sinistro scambiato per semplice igroma, rivelatosi invece un istocitoma fibroso maligno e da istologico rifatto all'ist. tumori di milano sembra essere di grado 3. quindi mi hanno prospettato 3 cicli di CT secondo lo schema epirubicina 35 mg/mq G1,2,3 + ifosfamide 3000 mg/mq: G1,2,3 +Mesna 3000 mg/mq G 1,2,3 con Neulasta in profilassi a dosi piene e successivo intervento di radicalizzazione. Nessuno mi spiega che tipo di chemio. non sono molto convinta di farla l'ho già rinviata una volta perchè volevo prima disintossicarmi. una naturopata mi ha visitata e mi ha suggerito di lavorare sul fegato che ha trovato ingrossato (sto prendendo ONCOPHIT 4 e 8, lecitinia E, Pan-max). prossima settimana comincio la chemio che ho descritto sopra. mi piacerebbe un tuo parere su quello che sto prendendo, se manca qualcosa per cura preventiva e soprattutto come posso prepararmi alla chemio. mi auguro tu riesca a rispondermi. grazie lucia Malorzo. dimenticavo: ho cambiato alimentazione sulla scia della dieta Gerson.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lucia, sinceramente non conosco il prodotto omeopatico che mi hai scritto.

      Valuta se usare tintura di iodio e bicarbonato di sodio (terapia Simoncini).

      E' stato osservato che in queste forme è aumentata la presenza del gene bcl-2, se fosse anche questo il tuo caso potresti valutare di assumere incenso (boswellia serrata) lo trovi in erboristeria in capsule

      Elimina
  47. Ciao
    leggendo tanti consigli interessanti, mi permetto di passare un rimedio efficacissimo per contrastare le ustioni provocate dalla radioterapia.
    Dopo la seduta fare un leggero scrub sulla parte trattata con sale MARINO inumidito, se integrale è meglio, e ricoprire la zona con uno strato spesso alcuni millimetri di gel di Aloe al 98%( si trova in erboristeria).
    Riapplicare il gel la notte
    Non fare assolutamente immediatamente prima della seduta di radio
    Ripetere per tutto il periodo di trattamento
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Rosi, il sale va usato con cautela, tende a sfiammare come immagino saprai, ma in certe tipologie di pelle potrebbe dare problemi

      Elimina
  48. Buongiorno Paolo,
    mia madre inizia fra 2 giorni la prima di 4 sedute di chemio preventiva dopo asportazione di un carcinoma mammario (dagli esami post operatori risulterebbe tutto negativo). Fermo restando che ancora devo accettare la cosa mi chiedo però come possa aiutare il suo corpo a meglio sopportare la cura. Lei farà una chemio con solo 2 farmaci ma ora non so dirti quali. Mi informo e ti faccio sapere in un successivo post a breve. Sta di fatto che io le ho già comprato una confezione commerciale di aloe arborescens di una linea famosa che dice di farlo secondo il metodo di padre Romano Zago, anche se ho aperto il barattolo e mi sembra più diluita rispetto alle foto dell'originale.
    Qui però leggo che è fortemente sconsigliata durante la chemio per gli effetti lassativi e chiedo conferma a te, sottolineando appunto il fatto che è commerciale e che forse è meno pura.
    Ti chiedo che cosa potrei prendergli in alternativa, soprattutto per lo smaltimento delle tossine e che dieta è consigliabile.
    Grazie
    Andrea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, rispondo anche se forse non ti sarà utile questa delucidazione.

      Si l'aloe arborescens è sconsigliata durante la chemio, meglio per disintossicarsi assumere ad esempio la tisana caisse 2 volta al giorno a meno di nausea.

      Elimina
  49. Può mio padre assumere la ricetta di Padre Zago e il bicarbonato di potassio visto che la prossima settimana dovrà incominciare la radio più la chemioterapia per un tumore in vescica grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. forse insieme sono troppe durante la chemio, se vuoi il bicarbonato ha dimostrato in alcuni casi di fra regredire il cancro alla vescica, quindi se ne devi scegliere una opterei per questa ma non durante la chemio.

      Poi ottimi sono i cibi e succhi ricchi di vitamina A che contrastano anche il cancro, come quelli arancioni: zucca, melone ecc.

      Può essere stato in contatto con sostanze tossiche come ad esempio il cadmio.

      Se vuoi puoi fargli fare un esame del capello chiamato mineralogramma che rileva i metalli pesanti eventualmente presenti.

      Elimina
  50. Buonasera, a mia mamma di 78 anni è stato asportato un cancro alla coda del pancreas nel mese di marzo e da fine maggio è sottoposta a chemio con gemcitabina e una altro farmaco (non ricordo ora il nome), purtroppo da qualche giorno il marcatore CA 19 è salito a 69. Oltre alla chemio 3 giorni prima e 3 giorni dopo la chemio ha preso l'aloe ( non arboriscens) , e sempre per bocca il rimedio naturale G con oli essenziali e l'olio essenziale di estragone
    Ora da domani inizierà con l'artemisia annua macerata in acqua e non alcolica senza le 2 fiale di ferro perchè allergica. Non so se stiamo procedendo bene... siamo sconcertati dopo l'aumento del marcatore.... Grazie per un'eventuale presa in considerazione della mia presente... Fio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ponga attenzione all'interazione con i farmaci, che non conosco. Per le mie conoscenze il miglior rimedio per questo tipo di tumori è l'olio essenziale di camomilla blu, costa molto caro ma ne vale la pena, è citotossico verso questo cancro. Ma occorre controllare eventuali interazioni con i farmaci.

      Marca consigliata pranarom o essenthya, o comunque che siano chemotipati.

      Assumere 3 gocce in un cucchiaio di miele lontano dai pasti, due volte al giorno.

      Elimina
  51. Buongiorno mi hanno diagnosticato un LH stadio 1 al collo sx, ora sto facendo 2 cicli di ABVD e poi dovrò fare radio, ho il preparato di padre zago e prendo un cucchiaio prima dei pasti.... Avete consigli? Sett prossima farò la seconda infusione e devo dire che da quando ho fatto la prima oramai da 3 sett mi sento sempre come se avessi l'influenza stanco! Mi hanno dato anche le punturine per crescita globuli bianchi e devo dire che ho reagito male mal di ossa e febbriciattola!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve, durante la chemio chieda al medico oncologo che la segue se può prendere il preparato di Padre Zago o altri rimedi naturali o può interferire.

      Dei farmaci che prende col protocollo ABVD doxorubicina (anche detta adriamicina), bleomicina, vinblastina e dacarbazina), so che il primo è cardiotossico e il secondo tossico per i polmoni.

      Non ha mai pensato a usare solo rimedi naturali?

      In questo caso il salvestrolo contenuto ad esempio nella buccia di mandarino e quindi nell'olio essenziale estratto da essa, è utile perché viene metabolizzato dalle cellule maligne e trasformato in sostanze per loro tossiche.

      Se vuole provi a chiedere all'oncologo se può combinarlo con i farmaci, mi raccomando se avrà l'ok dal medico lo prenda chemotipato, di marche come pranarom o essenthya.

      Elimina
  52. Salve Paolo,
    provo a sottoporle il caso di miopadre 74 anni, diagnosi di tumore al polmone non a piccole a cellule, in metastasi al fegato e alle ossa. E' immobilizzato a letto in ospedale fino a che non gli metteranno un collare per rischio paralisi visto che è interessata la seconda vertebra cervicale. Da circa 1 mese, cioè dalla diagnosi, sto dando cura Pantellini, aloe arborescens frullata con miele, la rifiuta, melatonina, vit. C (cebion 6 al di), vit d 7 gt al giorno. Ha fatto la scorsa settimana 6 sedute di radioterapia alle ossa a scopo antalgico e ora non vuole più mangiare, l'umore a terra, perso tanto peso e sono preoccupatissima. Ho sentito anche sign Puccio che usa una serie di vitamine, aminoacidi e integratori ma papà fa fatica a prendere tutto. E' possibile sentirci o scriverci privatamente? Grazie tante, Giulia

    RispondiElimina
  53. Ho fatto chemioterapia al cisplatino per un carcinoma al rinofaringe un anno e mezzo fa.del tumore più nessuna traccia, per ora, ma il cisplatino datomi a dosi massicce ,mi sta creando molti problemi al sistema neurologico.esiste un modo naturale per eliminare queste tossine?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il drenaggio andrebbe fatto subito dopo la chemio. Ora come sta?

      L'olio essenziale di mirra può essere un buon rimedio per disintossicare gli organi dal cisplatino.

      Elimina

Parla delle tue Esperienze Dirette!